martedì 14 settembre 2010

lunedì 13 settembre 2010

la sua voce

Un passo ancora
per giungere allora
dove nel sussurro ascoltare
la voce del mare

Con la sabbia ha giocato
e tra i rami ha danzato
il canto materno
che culla e abbraccia d'inverno

lunedì 28 giugno 2010

Radici nel cemento




Qualche frammento dalla mia tesi di laurea in design della comunicazione.

"Radici nel cemento", altlante non convenzionale per la narrazione del territorio:
l' evocazione della natura e la rappresentazione visionaria della città.


La città si espande, dilatandosi e stratificandosi sopra alla terra.
Sotto all’asfalto si disperdono le testimonianze dell’antico legame tra uomo e natura. Ma nei ricordi della gente, ancora, si conservano frammenti di una storia che narra di un’armonia perduta, di avventurose esplorazioni, di sogni e di giochi d’infanzia...

L’atlante è il mezzo per potersi orientare in questa città, in bilico tra passato e presente, realtà e fantasia, natura e artifizio. E’ lo strumento che permette al viaggiatore/lettore di oltrepassare il confine spazio-tempo, alterando la stessa percezione della città come fosse un caleidoscopio in cui osservare il mondo con occhi incantati.








domenica 27 giugno 2010

Abbraccio

Disegno di Rugiada

Oggi ho portato le mie lacrime nel bosco, fuggite a correre come pazze tra gli steli d'erba.
Si sono posate infine sulle tue radici di quercia e, ascoltando il tuo dolce canto, si sono addormentate tra le tue braccia.