domenica 1 luglio 2007

Non ho bisogno

Non ho bisogno di vestiti belli, pizzi e ornamenti
non ho bisogno di profumi, maschere e trucchi
per farvi credere e per illudermi di essere bella
non ho bisogno di balsami per lucidare i capelli
di strapparmi i peli che crescono sulla mia pelle
non ho bisogno di andare in palestra
per modellare il mio corpo con lo stampino della moda
ed assomigliare sempre meno a me stessa.

Non ho bisogno di oggetti da allineare sulle mensole
a ricordarmi quanto tempo della vita l'ho sprecato a pulirli
non ho bisogno di mobili e poltrone a testimoniare
il frutto della mia devozione verso il dio denaro
non ho bisogno di fare la sottrazione tra i giorni in cui lavorare
e i momenti in cui posso vivere e dedicarmi al mio amore
per capire quanto tempo se ne va nel fiume del senso comune.

Non ho bisogno di divorare animali per appagare il palato
sostenendo la superiorità della specie a cui appartengo
Non ho bisogno di zucchero gelato e cioccolato da consolazione
come anestetico per la depressione di vivere
di vedere la vita girare per inerzia

Shika, cerbiatto gentile

Nel mio giaciglio di foglie secche,
ai piedi della grande quercia rossa,
giunse l'aurora con le sue tinte
e la sua aria leggera.
Con lei c'eri tu, cerbiatto gentile
a portarmi il nuovo giorno.
Ti dileguasti assieme alla brezza
lasciandomi nel cuore il tuo sguardo
innocente ed eternamente bambino.
La speranza.


Acquerello di Rugiada